Come lavoro

/
Come lavoro

Nella mia pratica professionale ho acquisito un`esperienza significativa con adolescenti, adulti, anziani e coppie che si imbattono in differenti problemi di ordine evolutivo e patologico.

Intendo la consulenza psicologica non solo come luogo di cura ma innanzitutto come luogo di crescita personale.

Offro differenti servizi orientati alla valutazione, alla cura e al benessere psicologico integrandoli tra loro a seconda del problema che mi porta la persona.

L`obiettivo del mio lavoro è offrire alla persona che ha una sofferenza psicologica una comprensione delle proprie problematiche e i motivi che la sottendono, ovvero individuare il significato che un determinato sintomo o malessere psicologico assume sia per la persona che per il più ampio contesto di vita in cui è inserita, col fine di aiutarla verso la risoluzione delle difficoltà e nella direzione del raggiungimento dei propri obiettivi e della propria realizzazione.

Questo processo favorisce alla persona la capacità di interpretare se stessa, gli altri e gli eventi della realtà in un modo del tutto nuovo e più funzionale, incrementando il benessere psicologico e la propria capacità di relazionarsi verso se stessa, gli altri e la realtà in cui vive.

La valutazione

Il primo incontro è un colloquio nel quale avviene uno scambio di informazioni: ci incontriamo, cerchiamo di comprendere cosa sta accadendo, definiamo i termini della richiesta. Al primo colloquio possono seguirne altri di approfondimento. Compresa la natura del problema, si stabiliscono insieme gli obiettivi del trattamento per essere il più adatto a rispondere ai suoi bisogni.

Ritengo importante che ogni paziente sia “ri-conosciuto” accuratamente e, quindi, curato adeguatamente; è da questo presupposto che prima di prescrivere qualsiasi tipo di trattamento ho bisogno di sapere “su cosa lavorare insieme alla persona e soprattutto su cosa vuole lavorare la persona che si rivolge a me”.

La cura

Se si propende per un percorso psicoterapeutico, questo è tarato sulla specificità della persona e del problema che mi porta.

Generalmente prevede non solo la riduzione, modificazione o eliminazione, laddove possibile, della sofferenza ma anche l’attribuzione di significati e aumentata esperienza di se stessi, per una migliore gestione della propria vita.

Oltre all’attenzione alle problematiche attuali, è presa in considerazione l’intera esistenza della persona con particolare attenzione alla ripetizione nel presente di dinamiche che si ripresentano e che generano sofferenza.

Il Benessere Psicologico con le Tecniche di Rilassamento

È sempre più frequente, nella società attuale, caratterizzata dalla ricerca e dalla richiesta di prestazioni sempre più performanti e dai ritmi quotidiani frenetici, sperimentare momenti di forte stress e di ansia.
Le tecniche di rilassamento sono un buon metodo per imparare ad allentare il sovraccarico fisico e mentale, mediante semplici esercizi quotidiani, migliorando così il proprio benessere psicologico. Possono essere integrati nel trattamento psicoterapeutico intrapreso oppure seguendo dei corsi specifici.
Le due tecniche di rilassamento che propongo sono: il Training Autogeno di J.H. Schultz e il Rilassamento Muscolare Progressivo di E. Jacobson.

I corsi, per ogni tecnica, sono preceduti da un colloquio iniziale per comprendere le motivazioni, le aspettative e per individuare la tecnica e il trattamento più appropriato. I corsi possono essere individuali o di piccolo gruppo.

Per il Rilassamento Muscolare Progressivo il corso prevede 5 incontri di 1 ora ciascuno (data e orario da concordare).

Per il Training Autogeno il corso prevede 10 incontri di 1 ora ciascuno (data e orario da concordare).